Quali lavori creano i cobot? - Robotica 4.0
icon
Quali lavori creano i cobot?

Quali lavori creano i cobot?

Con l’introduzione nei processi produttivi dei cobot, robot convenienti, in quanto riconfigurabili e facili da programmare, la capacità produttiva continua e continuerà ad aumentare. I cobot favoriscono un maggiore utilizzo dell’automazione robotizzata, soprattutto per le piccole e medie imprese (PMI). Ampiamente utilizzati per eseguire compiti monotoni, pericolosi per l’operatore, i cobot contribuiscono anche ad aumentare l’esigenza di impiego di operatori specializzati, ottimizzare i processi produttivi e aumentare la qualità dei prodotti portando un necessario vantaggio competitivo alle aziende. Allo stesso tempo, l’aumento dell’utilizzo dei cobot sta contribuendo a ridistribuire gli attuali lavoratori verso altre attività a valore aggiunto, oltre a creare nuove occupazioni, come ad esempio:

Programmatore del cobot

Il Programmatore è un operatore specializzato in grado di sviluppare processi di produzione attraverso il software applicativo che genera. Questa attività comporta l’utilizzo di ambienti di simulazione e programmazione online e offline, dando al programmatore la possibilità di creare, testare e modificare un programma prima che venga implementato in fabbrica. È importante che un programmatore di cobot si mantenga sempre aggiornato sui più recenti requisiti di produzione che possono avere un impatto sulla programmazione, e dovrebbe partecipare fin dai primi passi nella progettazione dell’applicazione collaborativa (cella di lavoro).

Operatore della cella di lavoro (Co-Worker)

I cobot alleviando gli operatori dalla fatica quotidiana di svolgere mansioni noiose, sporche, pericolose e donano agli operatori la possibilità di concentrarsi sulle proprie mansioni di Co-Worker e di sviluppare le loro competenze. Gli operatori delle celle collaborative sono i responsabili del buon funzionamento del sistema uomo-cobot, sono esperti di sicurezza e in grado di riconoscere pericoli potenziali generati dai sistemi con i cobot. Tra le loro mansioni, infatti, spicca quella di collaborare con i responsabili o con l’integratore del sistema alla riduzione dei rischi segnalando i pericoli che percepiscono. Il dovere poi dell’integratore del sistema è di provvedere alla riduzione dei rischi che pericoli potenziali non previsti si concretizzino. Gli operatori sono l’elemento dell’automazione con i cobot che fa la differenza. Va ricordato che il vero capitale di un’impresa oggi sono le persone, il cobot è importante ma lo può acquistare chiunque, oltre al cosa acquisti è il come lo utilizzi che fa la differenza e quindi gli operatori sono le persone che fanno la differenza.

Tecnico dei cobot

Le aziende che hanno molti cobot, spesso formano una figura al proprio interno per sostenere i carichi di lavoro di manutenzione e non solo della cella robotica. Il Tecnico cobot è in grado di eseguire setup, cablare e testare i sistemi robotici in base alle necessità. Esso è in grado di sfruttare al massimo la riconvertibilità dei sistemi, semplificare le operazioni di messa in servizio, supportare lo sviluppo di nuove applicazioni . Questo ridurrà al minimo la necessità di contratti di assistenza e nel caso di malfunzionamenti saranno un supporto a distanza per gli integratori dei cobot.

Responsabile di produzione con i cobot

Una posizione più complessa della precedente è il responsabile della produzione con i cobot. Questo lavoro affida alle competenze di una persona la responsabilità che i processi eseguiti con i cobot avvengano garantendo il pieno utilizzo e il massimo successo di tutte le applicazioni, di qualsiasi processo. La sua responsabilità oltre la verifica dell’implementazione, della manutenzione, della programmazione del sistema cobot sta nella formazione degli operatori e nella misurazione delle prestazioni delle celle con i Cobot. Per garantire il miglior ROI, una persona in questa posizione dove anche avere il compito di cercare nuovi processi da automatizzare.

Progettista di EOAT

Un ampio adattamento dell’automazione richiede una figura che si concentri sulla progettazione e la fabbricazione di utensili dedicati (EOAT) che determinano i processi produttivi. Lo sviluppo di soluzioni passa attraverso la progettazione degli end-effector che possono essere dei veri e propri sistemi complessi volti a risolvere esigenze applicative specifiche. La figura di progettista di EOAT deve conoscere più tecnologie possibili per affrontare tutti i tipi di situazioni e risolverle con successo.

Operatore controllo qualità

Una persona altamente analitica è la più adatta a questa posizione e ha la responsabilità di garantire che i prodotti vengano realizzati nel miglior modo possibile con il massimo della efficienza. Questo ruolo è ideale per gli ambienti che hanno introdotto una grande quantità di cobot che lavorano in maniera collaborativa con gli operatori dove le variabili umane possono inficiare la qualità del prodotto.

Altre posizioni

L’elenco dei posti di lavoro creati dall’impiego dei cobot potrebbe continuare a lungo, diverse altre posizioni degne di nota includono operatori per teleassitenza, sviluppatori di processi, sviluppatori di prodotti da realizzare specificamente con i cobot, sviluppatori di nuovi sistemi di sicurezza.

Formazione continua

Poiché molte di queste occupazioni richiederanno un livello di competenze più elevato, è della massima importanza per tutte le aziende avere un piano completo per la formazione continua e l’aggiornamento delle competenze dei lavoratori attuali. Allo stesso modo, si dovrebbe anche contribuire alla formazione dei futuri dipendenti per una forza lavoro più sostenibile. Ciò avviene spesso attraverso collaborazioni tra il settore pubblico e quello privato, mantenendo l’impatto positivo che i cobot hanno già prodotto.

In futuro

Andando avanti, i robot tradizionali continueranno ad essere ampiamente utilizzati in tutto il panorama industriale, mentre i robot collaborativi che lavorano a fianco degli esseri umani continueranno ad essere integrati in una vasta gamma di mercati. Le aziende che scelgono di investire nell’automazione robotica, e nei cobot adattandosi con successo ai cambiamenti organizzativi che essa può portare, saranno in grado di gestire meglio le fluttuazioni continue del mercato. Inoltre le aziende con maggiore fiducia riusciranno a trattenere i dipendenti, l’indice tangibile del loro valore rimanendo redditizie e competitive.

Quali lavori creano i cobot?
Contatti